Dolph Ziggler
Credits: WWE

Extreme Rules a tema horror, un appuntamento da non perdere. Nella notte fra domenica e lunedì andrà in scena un PPV WWE che si preannuncia a dir poco elettrizzante. In vista dell’evento, SportFair ha partecipato alla videoconferenza che Dolph Ziggler ha tenuto in qualità di sfidante al WWE Championship detenuto da Drew McIntyre.

Dolph Ziggler
Foto Getty / Eamonn M. McCormack

Un match molto atteso dai fan, che però non potranno essere presenti a causa delle ristrettezze legate all’emergenza Coronavirus. Abbiamo chiesto a Dolph Ziggler cosa ne pensasse al riguardo: “odio il fatto che i fan non possano partecipare agli show. Loro sono una grande parte del nostro lavoro. Che tu appaia come un bravo ragazzo o un cattivo ragazzo in tv, questo business è mosso dalle emozioni dei fan. I miei match sono diventati sempre migliori grazie alla presenza dei fan. Quando i fan potranno tornare a sedersi nelle arene torneremo davvero a regalare emozioni. La WWE ha trovato attualmente il modo di offrire il proprio spettacolo ai tifosi da casa, questo è fantastico. Ma il giorno in cui i fan potranno tornare a sedersi ai loro posti, fan reali potranno venire a vedere i nostri show, potremo tornare a dare il meglio per loro. Senza di loro non ci possono essere veri show di wrestling“.

Dolph Ziggler
Credits: WWE

Le arene vuote danno più spazio alle abilità al microfono dei wrestler che devono essere più credibili nei loro promo, senza il supporto della reazione del pubblico. Abbiamo chiesto a Dolph Ziggler se la sua passione per la stand up comedian lo abbia aiutato nella sua carriera, in merito alle mic-skills: “essere un comico non ha aiutato la mia carriera in WWE. Ha dato alla gente la possibilità di dire qualcosa su di me. Prendiamo Drew McIntyre. Sappiamo che è campione WWE, e poi che altro? Che è stato licenziato diverso tempo fa. Basta. Il fatto che io faccia stand up comedy dà invece qualcosa da dirmi del tipo: ‘hey, non sei divertente anche se sei un comico part-time’. Quindi non credo mi sia d’aiuto. Mi piace stare al microfono, ‘blastare’ la gente, dire qualcosa al microfono che faccia ridere il pubblico durante i miei spettacoli di stand up comedy, farli ridere è una delle cose più belle del mondo. Quello che so fare è ottenere una reazione quando lotto sul ring, così come quando faccio uno spettacolo di stand up comedy. Vivo per quella reazione“.

Dolph Ziggler
Credits: WWE

Dolph Ziggler nel resto della conferenza ha risposto ad alcune domande riguardanti il suo incontro ad Extreme Rules contro Drew McIntyre, concentradosi sull’aspetto psicologico dell’incontro e su alcuni rumor riguardanti la stipulazione che sceglierà: “sarei stato stupido ad affrontare Drew McIntyre nelle passate settimane, prima che il titolo fosse messo in palio. La cosa più furba da fare era usare la psicologia, provare a penetrare nella testa di quella specie di Terminator psicopatico. Quindi sì, ho usato la psicologia. Sono furbo, è la ragione per la quale sono qui da 15 anni. Se la stipulazione che sceglierò sarà un TLC match? Questa cosa che sento è qualcosa totalmente nuovo per me. Forse tale rumor si riferisce a quando la WWE ha sponsorizzato l’evento, prima che Drew mi desse l’opportunità di scegliere la stipulazione. Sarà qualcosa che non è mai stato fatto prima. Avere un’opportunità del genere per vincere il titolo WWE, poter scegliere la stipulazione del match, e io dovrei dire: ‘scelgo un match con le sedieee!’. Cosa? Dovrei dare la possibilità a quello psicopatico di McIntyre di usare le sedie? Non succederà mai. Sarà qualcosa di speciale che gli farà rimpiangere di avermi dato la possibilità di scegliere“.