Pinguini Tattici Nucleari
Foto Getty / Daniele Venturelli

“TUTTO SU DAZN”

È questo il nome della nuova campagna lanciata dalla piattaforma di streaming per celebrare la ripartenza dello sport. Una ripartenza dedicata a tutti gli appassionati e che trova spazio su DAZN all’interno di una rail dedicata ad alcune delle più belle competizioni al mondo. Dalla Serie A, che continua ad emozionare attraverso la grinta e l’adrenalina dei suoi campioni, la Serie B, in fermento soprattutto per la recente promozione del Benevento, il calcio internazionale dei goleador che fanno sognare, gli sport da combattimento con le MMA e la Boxe, dove sudore e determinazione sono i grandi protagonisti del ring, fino ai motori, che dopo Indycar e Nascar si scaldano per il grande ritorno della MotoGP. Tutto…su DAZN! (Attiva ora DAZN. Guarda 3 partite di Serie A TIM a giornata a 9,99€/mese. Disdici quando vuoi)

E per questa settimana, l’HYPE ruota attorno all’Atalanta di Gasperini: su DAZN l’intervista a Riccardo Zanotti, frontman dei Pinguini Tattici Nucleari che ci parla della sua Bergamo, della squadra della sua città e anche di quella che lo fa sognare da quando è bambino.

Pinguini Tattici Nucleari
Foto Getty / Daniele Venturelli

Tattici, come il gioco dell’Atalanta: stiamo parlando dei “Pinguini Tattici Nucleari”, la band bergamasca che nel giro di pochi anni ha scalato le classifiche grazie ad un sound in grado di accompagnare testi che riflettono la società contemporanea talvolta con un pizzico di ironia, la stessa che contraddistingue Riccardo Zanotti, il frontman della band e che DAZN intervista per cogliere le sfumature che aleggiano intorno alla città di Bergamo alla quale il gruppo ha dedicato una canzone. “Per me sei come Bergamo, so che può farti ridere, ma migliori complimenti non ne ho”; questa una frase estrapolata dell’omonimo testo e che spiega in breve l’attaccamento e la devozione della band a questa città che cerca di risollevarsi a poco a poco e lo fa anche spinta dall’aiuto dell’Atalanta, la squadra rivelazione che non smette di sorprendere. “La storia dell’Atalanta qui la vivono tutti, non solo i tifosi”, dice Riccardo che di fede calcistica è interista, ma non per questo non simpatizzante per la Dea e più in particolare per il Papu Gomez. Quella dell’Atalanta è una storia di speranza a cui ci si aggrappa tutti quanti, per risollevarsi, per continuare a credere che spesso, nelle piccole cose, si nasconde l’inaspettato e che quando arriva può portare a cose meravigliose. Per rendere omaggio alla città di Bergamo, DAZN trasmetterà prima del big match dell’Atalanta con il Napoli in diretta giovedì 2 Luglio alle 19:30 il video della canzone “Bergamo” dei “Pinguini Tattici Nucleari”, mentre già da oggi alle 18:00 sarà disponibile sulla piattaforma l’intervista esclusiva a Riccardo Zanotti, che parla anche della magica simmetria tra il successo della sua band e l’ascesa dell’Atalanta, un percorso tortuoso che quest’anno ha regalato al gruppo indie un bel terzo posto a Sanremo. Che ci sia un parallelismo anche questa volta, con un terzo posto in serie A? Niente è impossibile con l’Atalanta e questo, oramai, è chiaro a tutti: di fondamentale importanza sarà il big match con il Napoli, appuntamento da non perdere su DAZN giovedì 2 Luglio alle 19:30.

RICCARDO ZANOTTI AI MICROFONI DI DAZN

Riccardo Zanotti: “Non esiste un bergamasco che non simpatizzi per l’Atalanta. È un po’ come il Napoli di Maradona. Se ami davvero il calcio non puoi che guardarla, abbassare le mani e dire “siete dei grandi e vi meritate tutto il bene possibile.”

SUL SUCCESSO MUSICALE E SUL SULL’ATALANTA: “C’è un parallelismo fra noi e l’Atalanta? Forse si. Le nostre strade effettivamente hanno preso in certi punti gli stessi rettilinei, le stesse curve, le stesse salite e le stesse discese.”

SULL’INTER: “Tifo Inter da una vita perché la mia storia familiare mi ha portato ad essere un tifoso dell’Inter sin dai tempi del mio bisnonno. Allo stesso tempo vivendo a Bergamo ci si deve anche confrontare con la realtà atalantina. Non esiste un bergamasco che non simpatizzi per l’Atalanta.”

LA PRIMA USCITA DOPO IL LOCKDOWN: “Il lockdown ci ha reso, soprattutto qui a Bergamo, molto più uniti e ricordo che quando ci siamo rivisti per strada ci salutavamo. Sarò forse un ottimista, ma penso che tutta questa cosa che abbiamo vissuto ci abbia avvicinato.”

TELECRONISTI PER UN GIORNO

Ante Rebic
Foto Getty / Pier Marco Tacca

Immaginate un match come quello tra Roma e Milan commentato dai tifosi più accaniti? È quello che è successo un paio di giorni fa quando, durante una nuova puntata di “Pop Gol”, il format originale DAZN che narra i momenti clou delle partite riviste il giorno dopo con gli occhi e la voce dei tifosi, nei panni di telecronisti si sono calati Gianmarco, Giovanni, la famiglia Cantù e molti altri per dare alle emozioni del match terminato 2-0 una forma tutta nuova. A fare da sfondo non lo stadio di San Siro, ma una compilation di magliette colorate dei paladini delle due squadre, riti scaramantici e tutta la spontaneità che solo i tifosi del grande calcio sanno avere. (Attiva ora DAZN. Guarda 3 partite di Serie A TIM a giornata a 9,99€/mese. Disdici quando vuoi)

FIORENTINA-LAZIO: DIRIGE SIMONE INZAGHI

Simone Inzaghi
Foto Getty / Marco Rosi

Agli stadi vuoti DAZN risponde con “Senti qua”, il format che porta i tifosi direttamente a bordo campo e più in particolare in panchina, di fianco ai mister e ai toni di voce che rimbombano lungo tutti i 100 metri del campo da calcio. Questa volta è il turno di Simone Inzaghi e della sua ineccepibile regia che ha portato alla vittoria contro la Fiorentina: un Alfred Hitchcock del calcio con un copione scritto e perfettamente interpretato da Luis Alberto, protagonista del gol che oltre ad aver ribaltato la partita ha regalato alla Lazio i tre preziosi punti necessari per continuare a sognare la vittoria dello scudetto. E chissà che, come tutti i film, non ci sia anche questo colpo di scena!