DAZN celebra la Juventus, Balzaretti racconta Pavel Nedved: lo splendido omaggio alla ‘Furia ceca’

Con il trionfo della Juventus il pensiero va ai pilastri di questa incredibile squadra dove, a distanza di anni, c'è spazio per Pavel Nedved raccontato da Federico Balzaretti

IL LEADER SILENZIOSO PAVEL NEDVED

A pochi giorni dal trionfo bianconero si discute sulla gestione e l’operato dei calciatori, tra quelli che si sono affermati come top ed altri come flop. Ci sono poi bandiere che mettono invece tutti d’accordo: tra queste spicca Pavel Nedved, ancora presente nella realtà bianconera nelle vesti di dirigente sportivo, le cui giocate sono rimaste indelebili nel cuore dei tifosi juventini e dei compagni di squadra infatti, nel nuovo episodio “Balzaretti e i suoi compagni” disponibile in piattaforma da oggi, Federico racconta dello speciale rapporto con la furia ceca e della devozione che quest’ultimo avesse nei confronti del calcio e degli allenamenti che svolgeva sempre con la stessa intensità. Precursore di Cristiano Ronaldo, Pavel Nedved però era conosciuto piuttosto come un leader silenzioso: una volta in campo non c’era tempo per gli scherzi ed anche le partitelle tra compagni diventano motivo di grande competizione. Una passione smisurata che lo ha portato alla conquista del trofeo del colore dei suoi capelli: il pallone d’oro vinto nel 2003 con uno stacco di punti notevole da Thierry Henry e Paolo Maldini rispettivamente al secondo e terzo posto. Un’ossessione per la vittoria che spesso gli è costata cara ma che è anche il motivo per cui, ancora oggi, a distanza di anni, fa sì che rimanga al centro, non del campo, ma del cuore dei tifosi. (Attiva ora DAZN. Guarda 3 partite di Serie A TIM a giornata a 9,99€/mese. Disdici quando vuoi)

Federico Balzaretti: “era una macchina. Nella propria testa era abituato alla sofferenza. Era abituato a spingere. Nel giorno libero lui andava a correre. Un po’ quello che si dice che fa Cristiano Ronaldo. E un po’ Nedved è stato il precursore di tutto ciò“.

SULLA FORZA FISICA E MENTALE

Fabio Capello, se l’allenamento era alle 11:00, diceva: “no, lui avrà già corso dalle 8:00 alle 9:00. Poi mentre voi vi preparate lui va già a correre in campo e poi fa allenamento con voi. E poi forse nel pomeriggio torna ad allenarsi”.

Una macchina da guerra. E se tu gli andavi addosso ti facevi male. Una potenza muscolare incredibile. Sapeva dove colpirti. Sapeva andare a contatto. Sapeva intimorirti, ovviamente in maniera sportiva. Andava a 2000 con la stessa intensità e voglia. Era impossibile trovarlo impreparato in un allenamento.

SUL TIRO

Ha fatto rifiorire anche aristocratici del pallone come Modric, che ha trovato anche la stagione più prolifica della sua carriera madridista, e Toni Kroos che Zidane ha sempre invitato ad andare avanti e provare il tiro.

SUL FALLO A MACMANAMAN

Un vincente come lui ha l’ossessione per la vittoria. Lui ce l’aveva nel DNA. In quell’ammonizione si vede la fotografia del carattere di Pavel. Sia i pregi che i difetti del suo carattere. Un altro non avrebbe fatto quell’intervento in scivolata in quella situazione perché era già in Champions. Ma lui non fa calcoli. Per lui quel pallone, quel duello era da vincere. (Attiva ora il tuo abbonamento)

SENTI QUA QUESTI POP GOL!

Voci fuori dal coro, anzi, dagli spalti e trasferite direttamente sul divano di casa: con “Pop gol” DAZN ha trasformato i tifosi più incalliti in veri e propri telecronisti! Emozioni vere, senza filtri che ci hanno accompagnato durante alcuni big match di Serie A Tim come Spal-Inter, Milan-Juventus, Napoli-Sassuolo e Lazio Milan trasportandoci in quegli stadi vuoti ma pieni di calcio spettacolo: lo sanno bene Antonio, Giovanni, Eleonora, il piccolo Emanuele e molti altri protagonisti che hanno esultato a gran voce durante i gol dei loro paladini trasformando le stanze in veri e propri altarini pieni di devozione verso le squadre del cuore. Non resta che misurare la tolleranza dei propri vicini di casa candidandosi a diventare il prossimo “telecronista” per la partita Cagliari-Juventus inviando un video alla mail popgol@goal.com!

In “Senti qua”, invece, la parola passa direttamente ai protagonisti delle imprese spesso artefici di grandi traversate, da campo a campo come lo scambio di battute intercettate tra due grandi campioni come Ibra e CR7, o da circuito a circuito dove ad essere stati colti sono i momenti esilaranti accaduti durante l’ultima gara di Moto 2 quando, nel tentativo di salutarsi, i piloti Marini e Bezzecchi sopraffatti dall’emozione del secondo e terzo posto sono precipitati al suolo con una goffa caduta. Questo ha aizzato l’ironia di Valentino Rossi che nel complimentarsi con i suoi ragazzi dell’Academy per il traguardo conquistato non è riuscito a trattenersi nel prenderli in giro! Un’intera rail dedicata a partire da questo weekend sarà disponibile su DAZN con ben otto episodi da non perdere per un modo tutto nuovo di vedere e soprattutto di sentire le cose. (Attiva ora il tuo abbonamento)