Coronavirus
Veronique de Viguerie/Getty Images

Una storia folle arriva direttamente dagli Stati Uniti, dove un uomo è morto dopo aver partecipato ad un cosiddetto ‘Covid party‘. Proprio così, una festa organizzata da persone malate di Coronavirus, che si riuniscono per capire se effettivamente il virus sia reale e si diffonda tramite contagio.

Coronavirus
Carsten Koall/Getty Images

Il 30enne del Texas ha deciso di parteciparvi, perdendo però la vita dopo qualche giorno. A rivelare il tutto ci ha pensato la dottoressa Jane Appleby, che lavora presso l’ospedale Metodista di San Antonio, riferendo anche le ultime parole del giovane prima di morire “penso di aver fatto un errore. Credevo che il Coronavirus fosse una bufala, ma non lo è“. La Appleby ha spiegato in prima persona cosa siano questi Covid party, condividendo le informazioni in suo possesso per mettere tutti in guardia sulla letalità del virus: “credo che alcuni si riuniscano per vedere se il virus è reale e se qualcuno viene infettato“. Dopo la morte di alcuni partecipanti, sicuramente in molti avranno cambiato idea…