Incidente gara Dookola Mazowsza
Credits: Twitter Team Israel

Una notizia che strappa un sorriso, dopo l’annuncio tremendo arrivato mercoledì. Il pilota della motostaffetta, colpito in pieno da un furgone durante la prima tappa della corsa Dookola Mazowsza, non è morto e non si trova nemmeno in condizioni critiche. E’ quanto riferito dalla Israel Cycling Academy, squadra WorldTour in gara, tramite un tweet pubblicato sul proprio profilo: “il pilota, il cui incidente ha portato alla cancellazione della prima tappa, è vivo. Ha rotto due costole, una gamba e una clavicola, ma non si trova in condizioni critiche“. La Dookola Mazowsza, che si concluderà domenica, è proseguita dopo la cancellazione della prima tappa dovuta all’incidente, con la cronometro di giovedì vinta dal tedesco Gross.