Atalanta
Emilio Andreoli/Getty Images

Bella, sbarazzina e con l’ormai consueto vizio della goleada. L’Atalanta non è più una sorpresa, non può esserlo dopo aver conquistato d’autorità i quarti di finale di Champions League e aver dettato legge pochi giorni fa sul campo della Juventus, uscendo con un pari strettissimo considerando la prestazione.

Pasalic
Emilio Andreoli/Getty Images

Gian Piero Gasperini ha costruito una macchina perfetta, capace di rifilare ben 6 gol al Brescia in una partita mai in discussione, incrementando il proprio bottino di reti segnate in questo campionato, al momento attestatosi a 93. Un numero pazzesco, una cifra che la avvicina al record degli ultimi 50 anni del Napoli, fermatosi a 95. L’Atalanta però ha ancora cinque partite da giocare, dunque il tempo per attentare al primato all-time di gol segnati in Serie A c’è eccome, essendo lontano al momento ‘solo’ 25 marcature.

Atalanta
Emilio Andreoli/Getty Images

Al momento nei top-5 campionati europei, solo il Bayern ha segnato più dei nerazzurri superando la barriera dei 100 gol, senza contare i 110 del Salisburgo realizzati nel campionato austriaco. I primati non finiscono qui e riguardano i singoli, con Zapata giunto a 16 reti stagionali e Pasalic capace di segnare la prima tripletta con la maglia nerazzurra. Sugli scudi anche Robin Gosens, diventato stasera il difensore europeo con la somma gol-assist più alta, ben 17 (9 gol e 8 assist) ossia due in più di Trent Alexander-Arnold.

Atalanta
Emilio Andreoli/Getty Images

Una macchina da guerra che non solo ha messo nel mirino il secondo posto, ma anche quella Final Eight di Champions League che si aprirà con la sfida ai quarti con il Paris Saint-Germain. Sognare non conta nulla, ma se la condizione fisica resterà questa, anche Neymar e Mbappé dovranno fare i conti con la super Atalanta dei record.