Vanessa Bryant
Kevork Djansezian/Getty Images

Vanessa Bryant non si arrende e, oltre a combattere per sapere tutta la verità sull’incidente aereo che ha ucciso la figlia Gianna e il marito Kobe, è intervenuto per far approvare una nuova legge che aumenti la sicurezza dei viaggi in elicottero.

vanessa bryantSi chiama ‘Kobe and Gianna Bryant Helicopter Safety Act‘, ed è un provvedimento per il quale si è esposta proprio la moglie dell’ex campione dei Lakers. La vedova Bryant ha diramato un comunicato con il quale ha chiesto al Congresso degli USA di approvare questa legge: “mi rivolgo al Congresso degli Stati Uniti chiedendogli di approvare questa legge federale che migliorerà sensibilmente la sicurezza dei viaggi in elicottero. Penso che Kobe e Gianna sarebbero ancora vivi se il loro elicottero fosse stato equipaggiato con gli strumenti che questa legge renderebbe obbligatori. Credo che questo provvedimento salverebbe molte vite. Sarebbe un tributo fantastico alla memoria di Kobe e Gianna se davvero portasse il loro nome“.

vanessa bryant
Tommaso Boddi/Getty Images

Secondo questa nuova legge, gli elicotteri omologati al trasporto di più di 6 persone dovranno avere obbligatoriamente a bordo un sistema che prevenga impatti accidentali col terreno, oltre ad un oggetto che registri i dati e le conversazioni che avvengano nell’abitacolo.