Marvin Vettori
Foto Getty / Handout

Povero Karl Roberson. Non c’è altro da dire, si è trovato contro l’avversario sbagliato. Il fightera britannico è stato letteralmente travolto dall’impeto di Marvin Vettori che ha tenuto fede alle dichiarazioni delle ultime settimane. ‘The Italian Dream‘ non vedeva l’ora di tornare nella gabbia dopo tanti match saltati a causa della precaria situazione sanitaria legata all’emergenza sanitaria, pronto a sfogare tutta la voglia di combattere accumulata in questi mesi. Se questa volta l’avversario si fosse presentato (l’ultima volta ha dato forfait a poche ore dal match), sarebbe stato un massacro: e così è stato.

Marvin Vettori
Foto Getty / Christian Petersen

Il risultato è stato pazzesco. Poco più di 4 minuti per rendere inerme ‘Baby K’, sfiancarlo a suon di ground and pound al tappeto e poi sottometterlo con una rear naked choke [VIDEO] che ha costretto l’avversario a cedere. Poi un urlo che riecheggia nello palazzetto vuoto di Las Vegas Il tutto sotto gli occhi di Dana White che sembra tenere sempre più in considerazione il nostro connazionale, arrivato a 3 successi di fila, primo italiano a vincere un co-main event e pronto all’ingresso in top 15 di categoria. Il bonus da 50.000 dollari come best fight della serata (scoperto per caso VIDEO) è il giusto premio per questi mesi difficili anche per il nostro Marvin.

E chissà che all’orizzonte non si profili un meritato rematch contro Israel Adesanya per il titolo. I risultati sono dalla sua parte, il carisma e il personaggio ci sono, il suo trash talking buca lo schermo e negli USA inizia a piacere. Adesso una birra “non ne bevo una da gennaio. La preparazione è stata durissima“, poi un pensiero alla cintura: “il match a terra? Sapevo che il mio grappling era migliore, francamente penso di essere il migliore al mondo. Non mi interessa chi affronterò ora, ma voglio un avversario con un ranking in modo tale da poter continuare a scalare la classifica. Tanti tra i pesi medi mi scansano, ma nessuno mi supererà. Voglio arrivare al rematch con Adesanya per il titolo“.