Novak Djokovic
Foto Getty / Tom Dulat

Nelle ultime ore Novak Djokovic ha annunciato la propria positività al Coronavirus. Una notizia della quale mancava solo la conferma, visto il torneo Adria Tour organizzato, dallo stesso tennista, senza misure di sicurezza adeguate, nel quale è scoppiato un vero e proprio focolaio. Dopo le positività di Dimitrov, Coric e Troicki, anche il numero 1 al mondo ha annunciato di aver contratto il Covid-19 insieme alla moglie.

Una notizia che non ha fatto altro che aumentare le critiche verso l’organizzazione del torneo. Anche il presidente ATP Andrea Gaudenzi non ha risparmiato qualche velata frecciatina ai microfoni del New York Times: “ovviamente ci dispiace per i giocatori. Vogliamo che si riprendano il prima possibile. Ci sono state tante critiche, ma allo stesso tempo noi all’Atp siamo perfettamente consapevoli che, anche adottando tutte le misure di sicurezza, rimane comunque possibile avere giocatori positivi. Non c’è bisogno di abbracciarsi per avere dei casi di coronavirus: sappiamo tutti di dover correre il rischio. È un po’ come quando dici ai tuoi figli, quando stai insegnando loro ad andare in bicicletta, che devono mettersi il casco. All’inizio dicono sempre no, poi cadono e allora si mettono il casco. Ora sappiamo tutti quanto sia facile prendersi il virus, quindi staremo tutti molto più attenti e, forse, ci sarà più tolleranza verso le misure di sicurezza“.