Lorenzo Sommariva
Foto Getty / David Ramos

Prosegue il proficuo lavoro delle squadre di snowboard e freestyle presenti sul ghiacciaio del Passo Stelvio. Nello scorso fine settimana il team di snowboardcross ha lasciato spazio ai compagni del parallelo e dello slopestyle e dello skicross. Facciamo il punto della situazione con il direttore sportivo Cesare Pisoni.

“Archiviato per il momento il lavoro in pista con lo snowboardcross, siamo riusciti a costruire una pista a livello di Coppa del mondo – spiega il tecnico bergamasco -. Disponiamo di una quantità di neve importante, che ci ha permesso di svolgere ottimi allenamenti in due o tre occasioni, in cui abbiamo sfruttato l’oportunità di utilizzare l’intera pista. Attualmente abbiamo presente lo skicross che ha condiviso la pista dello snowboardcross, sono state preparate due piste di pump track in modo che potessero sfruttare le partenze e sviluppare velocità, sostanzialmente ciò che troveremo a Tirrenia a fine giugno, dove ci recheremo per un periodo di preparazione atletica. E’ presente anche lo slopestyle, che può utilizzare una serie di rail attrezzati appena fuori l’albergo Livrio dove dormiamo, mentre il parallelo da due giorni surfa in campo, testando i materiali che non sono stati provati a causa del lockdown. Nei prossimi giorni cominceremo lavori più tecnici sia con ciuffetti, sia tracciando in maniera tale da impostare tecnicamente il lavoro che proseguirà nei prossimi mesi”.