Ronaldo
Angel Martinez/Getty Images

Sono ufficiali le date della Champions League, che tornerà ad agosto con una final eight inedita che si terrà a Lisbona.

Stadio Camp Nou Barcellona
Photo by David Ramos/Getty Images

Tante le gare da giocare prima di decretare il vincitore, che potrebbe essere il Barcellona secondo Ronaldo il Fenomeno. Il brasiliano è intervenuto come testimonial dello sponsor Banco Santander, facendo i propri pronostici: “il calcio da tanto tempo è diventato un fattore importante nella vita sociale della gente, e il suo ritorno è un bene per tutti. Il nuovo format della Champions mi piace, è il migliore e il più giusto. Avremo un campione vero, chi vince meriterà il titolo. Abbiamo rischiato di non avere un vincitore in questa Champions, e sarebbe stato molto brutto. Alla fine il Barcellona dovrebbe passare col Napoli, i blaugrana hanno una grande squadra, con tanta qualità, è normale che passi. In Europa League vedo l’Inter superiore al Getafe, penso che abbia più possibilità di vincere, mentre non ho davvero idea di cosa possa succedere tra Siviglia e Roma, una sfida apertissima“.

Lautaro Martinez
Foto Getty / Emilio Andreoli

Ronaldo poi ha parlato di Lautaro Martinez, attaccante dell’Inter finito nel mirino del Barcellona: “è un ottimo attaccante che è già in una grande squadra. Vediamo cosa succede nel mercato, che prevedo movimentato. Non so se gli conviene restare all’Inter a fare il titolare o andare al Barcellona a lottare per un posto: non posso decidere per lui e non so cosa sia meglio per lui. Però posso dire che nella vita ci sono scelte più difficili. Sanchez? Un giocatore di grande qualità che ha fatto bene dovunque sia andato. Certo è che se all’Inter non dovesse funzionare le porte del Valladolid per lui sono apertissime!“.

Capello
Valerio Pennicino/Getty Images

Non è mancata poi una battuta su Capello, con cui il rapporto al Real Madrid non è stato proprio idilliaco: “la nostra convivenza è stata movimentata, abbiamo avuto qualche problema ma li abbiamo risolti. È uno dei migliori allenatori del mondo e abbiamo un ottimo rapporto. Non è vero che quando eravamo insieme qui a Madrid io non volessi dimagrire, non volevo pesarmi! Il problema era che lui voleva che mi pesassi tutti i giorni, e io non avevo alcuna intenzione di farlo“.