petrachi
Gabriele Maltinti - foto Getty

La stagione particolare che la Serie A sta vivendo avrà ripercussioni importanti anche sul prossimo mercato, che sarà completamente diverso rispetto alle ultime sessioni.

Mkhitaryan
Alessandro Sabattini/Getty Images

Ne è consapevole anche Gianluca Petrachi, direttore sportivo della Roma, che ha fatto il punto sugli obiettivi del club giallorosso nel corso del programma ‘Il calciomercato che verrà’ su Sky Sport: “i numeri lo testimoniano, sono stati due prestiti vincenti. Purtroppo Mkhitaryan lo abbiamo perso per un po’ di tempo per dei problemi fisici, però si trova molto bene, così come Smalling. Noi faremo di tutto per trattenere i due ragazzi, soprattutto per la loro volontà che è quella di rimanere qui. Poi ci riusciremo o meno, questo lo vedremo più avanti, però sento di avere i due ragazzi accanto”.

Gabriele Maltinti/Getty Images

Diverso il discorso per Pellegrini e Zaniolo, fiori all’occhiello della Roma: “Pellegrini ha una clausola rescissoria. Lui però è molto legato alla Roma e anche se qualcuno dovesse sborsare tutti i soldi previsti dalla clausola, se il giocatore decide di non partire è libero di poterlo fare. Su Lorenzo ho pochi dubbi che possa pensare di lasciarci qualora dovesse arrivare un’offerta, perché ha visto la credibilità di questo club e quanto la Roma sia cambiata nell’ultimo. Zaniolo credo che rappresenti il giocatore che oggi emoziona i tifosi della Roma, quindi faremo di tutto per trattenerlo. Poi il calciomercato ti mette davanti a tante situazioni contingenti, però la volontà è quella di tenere i nostri big”.

Cengiz Under
Foto Getty / Paolo Bruno

Infine, Petrachi ha parlato di Kean e Under: “Moise non è un giocatore su cui abbiamo mai puntato. Credo sia un ottimo giocatore, ma non è mai entrato nelle mire della Roma. Su Under è un talento di cui parlavo anche prima. Vediamo che accadrà: fa la differenza, rompe gli equilibri. Volevo già prenderlo al Torino prima che andasse alla Roma. Su di lui ci sono squadre interessate perché è un giocatore molto appetitoso, vedremo. È prematuro parlare del suo futuro: dobbiamo vedere come si sviluppa tutta la situazione“.