Roberto D'Aversa
Foto Getty / Enrico Locci

Il Parma esce beffato dal Tardini. Dopo una partita dominata per larghi tratti contro un’Inter spenta, gli emiliani subiscono due gol alquanto fortunosi nei minuti finali, perdendo per 1-2. Nel post gara Cristian Stellini, allenatore in seconda dell’Inter e sostituto dello squalificato Conte, ha parlato di vittoria meritata dei nerazzurri, dichiarazioni che hanno fatto storcere il naso a D’Aversa.

L’allenatore del Parma, ai microfoni di Sky Sport, ha replicato: “prima di dire baggianate, mi sono rivisto le azioni. Penso che Stellini abbia visto una partita diversa da quella che è stata. Abbiamo creato tanto, non abbiamo giocato di ripartenza: abbiamo costruito il gioco, puntando sulla velocità.  Il mio rammarico è che ho insegnato male alcuni concetti ai miei giocatori. Non dobbiamo portare rispetto e non essere leali: Kulusevski poteva istigare la seconda ammonizione di Barella, buttandosi. La malizia ci porta a perdere punti. Ci siamo comportati male. Devo lavorare sugli errori nostri, ma oggi qualcuno non era in giornata (riferimento all’arbitro?, ndr). Parlo di me stesso. Ma devo dire che spiace per l’espulsione, non c’era perdita di tempo di Kucka. Dovevamo risistemare un attimo il campo, e Cornelius è uno dei giocatori più corretti d’Italia, vedete voi. Domani alla squadra dirò che abbiamo buttato via una partita, che ritengo stradominata. Ma non ho il punto di vista di Stellini, purtroppo. Quindi questo è quanto ho visto io“.