spadafora
Claudio Villa - foto Getty

Il Comitato Tecnico Scientifico ha negato il via libera per gli sport di contatto, calcetto compreso, sottolineando come non possano essere rispettate le misure di distanziamento anti-Covid.

Calcetto e Calcio a 5
Foto Getty / Barrington Coombs

Una decisione che non è piaciuta al ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, che sul proprio profilo Facebook ha ammesso: “sono riprese praticamente tutte le attività, i gruppi di amici si vedono e passano ore insieme, mangiando allo stesso tavolo, ma soprattutto abbiamo visto in ogni parte d’Italia persone giocare ad ogni tipo di sport nei parchi o sulle spiagge. Riprendere le attività dei centri sportivi, con le garanzie assicurate dal documento delle Regioni su sanificazione e mantenimento dei dati per i giorni necessari, aumenterebbe – io credo – la sicurezza per tutti. Non sono d’accordo con questo parere del cts, confermo il mio parere positivo e resto in attesa del parere del ministro Speranza“.