Enes Kanter
AP/LaPresse Elise Amendola

Nella giornata odierna il padre di Enes Kanter è stato scarcerato dopo 7 anni di reclusione ingiusta. L’uomo era infatti stato arrestato per un crimine mai commesso, ma piuttosto per colpire lo stesso Enes Kanter, da sempre ferreo oppositore del regime Erdogan.

Il cestista dei Boston Celtics ha lanciato un importante messaggio sui social: “wow potrei anche piangere. Oggi ho scoperto che 7 anni dopo aver arrestato mio padre, averlo trascinato davanti a un tribunale farsa e averlo accusato di essere un criminale solo perché è mio padre, MIO PADRE È STATO RILASCIATO! Lo si deve alla pressione che abbiamo messo sul regime turco. Non potevano più negargli la libertà per via dei riflettori che noi tutti abbiamo puntato sul suo caso. Tuttavia si tratta soltanto di una persona, ci sono ancora decine di migliaia di persone incarcerate ingiustamente in Turchia! Io non mi dimenticherò di voi, noi non ci dimenticheremo di voi. Questo dimostra come la voce del popolo alla fine spinga i dittatori a fare la cosa giusta. Non abbiate paura di battervi per ciò che è giusto, sempre.
Lottate per LA LIBERTÀ.
Lottate per LA DEMOCRAZIA.
Lottate per I DIRITTI UMANI”.