Gennaro Gattuso
Foto Getty / Marco Luzzani

Vigilia importante per Gennaro Gattuso, domani a Roma andrà in scena la finale di Coppa Italia tra Napoli e Juventus, un match che potrebbe dargli il suo primo trofeo da allenatore.

Sarri
Alessandro Sabattini/Getty Images

L’ex Milan ha parlato ai microfoni di Rai Sport della sfida con i bianconeri, indicando ai suoi la via da seguire per provare a prendersi il trofeo: “dobbiamo essere bravi a rispettarli perché non c’è un modo migliore di affrontare la Juventus. Vincere fa parte del loro DNA, della loro storia. Hanno continuità di vittorie e giocatori con una grande mentalità. Bisognerà portargli rispetto ma giocandocela con le nostre armi. In questi giorni tutti mi sono stati molto vicini, i tifosi hanno tappezzato la città con parole molto belle. Possiamo dargli una gioia grande e dobbiamo concentrarci per giocarci al meglio questa finale, sia per noi che per tutta la città. Sarri? L’ho sempre detto che ho fatto tanti copia e incolla in questi anni, di lui mi piace tutto. Ho visto tanti video sulla sua linea difensiva, è stato tra i primi che ha cominciato a palleggiare nel campionato italiano”.

Lozano
Foto Gettty / Francesco Pecoraro

Gattuso infine ha mandato un segnale a Lozano: “chi è stanco e non se la sente per me può restare nello spogliatoio e se perde un giorno non succede nulla. Sanno che chi scende in campo deve sempre andare a mille all’ora. Non permetto a nessuno di rovinare un allenamento“.