Napoli-Inter
Francesco Pecoraro/Getty Images

Il Napoli esulta, la qualificazione alla finale di Coppa Italia è in tasca, un piccolo traguardo inseguito e centrato dagli azzurri che adesso proveranno a superare la Juventus mercoledì a Roma.

Napoli-Inter
Francesco Pecoraro/Getty Images

Una piccola grande soddisfazione per Gennaro Gattuso, riuscito ad irretire l’Inter di Conte e ad estrometterla dalla competizione: “siamo una squadra che ha tantissima qualità e si vede. Oggi abbiamo provato a fare una pressione ultra offensiva ma non abbiamo i meccanismi giusti, ci abbiamo lavorato e penso che dobbiamo lavorarci ancora. Però sappiamo soffrire. Il primo gol l’abbiamo regalato, non è un errore di Ospina ma di posizione della prima linea. La squadra comunque ha fatto bene anche oggi. Abbiamo ripreso da dove avevamo interrotto 96 giorni fa”.

Gennaro Gattuso
Foto Getty / Emilio Andreoli

L’allenatore del Napoli ha poi dedicato la vittoria alla sorella Francesca, scomparsa pochi giorni fa: “voglio ringraziare tutto il mondo del calcio, le persone che sono state vicino a me e alla mia famiglia. Questa partita la dedico ai miei genitori e a mia sorella. Eravamo molto legati. Grazie ai ragazzi per quello che hanno fatto oggi. Rinnovo? Voglio vivere con tranquillità questi momenti qui, ringraziando Dio non penso solo ai soldi. Ho trovato una società che mi ha dato la possibilità di allenare giocatori molto forti. Poi se mi si chiude la vena e sbrocco posso andare a casa, sono fatto così anche se voglio migliorare su questo”.