Mirco Lazzari gp/Getty Images

Sono stati rivali in pista, se le sono ‘date’ a suon di sorpassi e sverniciate a tutto gas ma fra i due c’è sempre stato grande rispetto reciproco. Valentino Rossi e Casey Stoner hanno fatto sognare gli appassionati di MotoGp nel passato recente, ma prima o poi, come spesso accade nello sport, il tempo porta via anche le rivalità. L’australiano si è ritirato nel 2012, Valentino Rossi ancora resiste.

A proposito del finale di carriera del ‘Dottore’, Stoner ha avuto qualcosa da ridire. Il pilota aussi ha storto il naso all’idea di vedere Rossi in Petronas l’anno prossimo, rifilando una stoccata fra le righe al rivale ai microfoni di Fox Sport Asia: “sarebbe un peccato vedere una leggenda assoluta come Rossi finire la carriera in una squadra satellite. Si fosse ritirato un po’ prima avrebbe lasciato un ricordo perfetto e una grande eredità: potrà farlo comunque, ma non da imbattibile. Chiunque avrebbe fatto carte false e pagato una fortuna per avere in squadra Valentino Rossi: nessuno perde il talento e sono sicuro che abbia ancora il potenziale per ottenere grandi risultati e lottare per vincere delle gare, ma non credo si possa pensare di vederlo spesso sul podio come in passato“.