Charte
Mirco Lazzari gp/Getty Images

La stagione di MotoGp inizierà il prossimo 19 luglio, quando sul circuito di Jerez andrà in scena il primo Gran Premio del 2020. Una vittoria per il circus, che per molte settimane ha temuto di dover rinviare tutto al 2021.

Charte
Mirco Lazzari gp/Getty Images

I controlli medici saranno molto scrupolosi, c’è un protocollo da seguire di cui si occuperà il dottor Angel Charte, responsabile medico della Dorna: “se la prima gara è il 19 luglio, tutti i membri del paddock dovranno superare i test venerdì 10 luglio, rimanere a casa quel fine settimana e recarsi a Jerez lunedì. Da quel momento in poi saranno nelle nostre mani, estremamente controllati” le parole del dr. Charte al quotidiano El Periodico de Catalunya. “Non vogliamo sciocchezze o indiscipline, ma che tutti siano estremamente scrupolosi. C’è molto in gioco. Abbiamo creato una App, un database, dove ogni giorno, alle sette del mattino, i responsabili di ogni squadra consegneranno i dati di tutti i membri del team in modo che io possa esaminarli e dare il via libera, iniziando la giornata sapendo che siamo tutti sani. In quel momento avrò la temperatura di ogni abitante del paddock e saprò se hanno o meno sintomi.