Mugello
Mirco Lazzari gp/Getty Images

L’Italia delle due ruote vive una situazione diametralmente opposta. Dopo la pubblicazione del calendario di MotoGp 2020, sono state ufficializzate due gare tricolori: la prima a Misano, la seconda… pure. L’autodromo del Mugello infatti non ospiterà alcuna gara a causa dell’emergenza Coronavirus e per venire in contro ai fan ha deciso di rimborsare i biglietti. Nella nota pubblicata dall’autodromo si legge: “desideriamo informare il nostro affezionato pubblico che, nel loro esclusivo interesse e nel leale rapporto che ci lega da innumerevoli anni, nonostante la normativa vigente preveda esclusivamente l’emissione di voucher e il regolamento della manifestazione non preveda alcun rimborso per annullamento derivante da cause di forza maggiore (come l’emergenza Covid-19), abbiamo comunque deciso di garantire il rimborso totale del valore dei biglietti già acquistati per la data del 31 maggio 2020“.

Come detto, a Misano invece la situazione è differente visto che andrà in scena il back to back di gare del 13 e 20 settembre. Addirittura potrebbe essere prevista l’entrata di una piccola fetta di pubblico. “Me lo auguro – dice Stefano Bonaccini, governatore dell’Emilia Romagna, su Radio24 -. Per ora non si può, ma dipende dalla curva epidemiologica. Spero che sia possibile poter far entrare almeno una parte di persone: sarebbe anche la dimostrazione che la curva dei contagi è crollata“.