Mirco Lazzari gp/Getty Images

L’appuntamento in origine era al 31 maggio, ovviamente slittato a causa dell’emergenza Coronavirus che ha colpito l’Italia, ma la speranza che il Gp del Mugello potesse essere calendarizzato più avanti nella stagione era comunque forte. Negli ultimi minuti è arrivata però la notizia che gli appassionati delle due ruote speravano potesse non arrivare mai: il Gp d’Italia è stato cancellato da Dorna che non ha trovato altra soluzione, visti i problemi logistici legati all’emergenza sanitaria.

L’amministratore delegato del Mugello Paolo Poli ha dichiarato: “nonostante gli sforzi profusi per cercare di trovare una soluzione, il fatto che l’evento possa essere svolto soltanto a porte chiuse non ci permette di trovare una data alternativa per recuperare il Gran Premio. Ringraziamo tutti gli appassionati che ci hanno sostenuto e ci hanno manifestato il loro affetto in questi mesi, diamo loro appuntamento al 2021 quando sono certo che il Mugello sarà come sempre un evento iconico grazie ad un’atmosfera spettacolare“.

Il ceo di Dorna Carmelo Ezpeleta ha spiegato: “è con il cuore decisamente pesante che annunciamo la cancellazione della gara al Mugello. La pandemia non permette di trovare una soluzione logistica sufficiente a poter pensare ad una data per recuperare il Gp. Non correre al Mugello è una grave perdita per la MotoGp. Sarà bellissimo tornarci nel 2021“.