Giannis Antetokounmpo
Foto Getty / Gregory Shamus

La lotta al razzismo e alle discriminazioni razziali in America continua, anche la città di Milwaukee ha fatto sentire la propria voce con un corteo svoltosi questa mattina a cui hanno partecipato anche alcuni giocatori dei Bucks, tra cui Giannis Antetokounmpo.

LeBron James Giannis Antetokounmpo
Foto Getty / Jonathan Daniel

Il giocatore greco è parso tra i più attivi del gruppo e, durante la manifestazione, ha preso anche la parola per esprimere il suo pensiero: “lo stiamo facendo perché crediamo nel movimento Black Lives Matter, non perché cerchiamo gli scatti dei fotografi. Questa è la nostra città, vogliamo che le cose cambino, che ci sia giustizia e questa è la ragione per cui siamo in strada. Il motivo per cui ho deciso di marciare al vostro fianco. Voglio che i miei figli crescano qui a Milwaukee e non abbiano paura di passeggiare per strada. Non voglio che loro siano costretti a serbare odio e rancore nel loro cuore“.