Michael Jordan
Foto Getty / Jonathan Daniel

Recentemente il quotidiano spagnolo ‘As’ ha ripreso una vecchia intervista di Michael Jordan, rilasciata nel 1992 a Playboy, nella quale la stella dei Bulls confessava la sua paura dell’acqua. Michael Jordan ha spiegato di aver avuto un trauma da bambino legato alla morte di un amico: “ero andato a nuotare con un amico, stavamo giocando tra le onde quando ne è arrivata una gigantesca che stava trascinando via il mio amico. Lui mi aveva afferrato. Era una presa molto forte, chiamata ‘presa della morte’ per il modo in cui ti afferra qualcuno che vede che sta per morire. Ho quasi dovuto rompergli la mano perché mi stava trascinando con lui. È morto e, da allora, non sono più stato in acqua. Avevo sette o otto anni. Ora non mi avvicino neanche all’acqua. Non nuoto, non vado d’accordo con l’acqua. In barca non salgo se non ho un giubbotto di salvataggio e non salgo su piccole imbarcazioni. Non me ne frega niente che si sappia. Tutti hanno una fobia, la mia è l’acqua“.