J.R. Smith
Foto Getty / Gregory Shamus

L’NBA si avvia verso la ripartenza, ma i Lakers hanno già la prima grana. Avery Bradley, giocatore chiave nelle rotazioni difensive della franchigia, ha comunicato che non tornerà in campo per preservare la salute del figlio affetto da problemi respiratori: “pur essendomi impegnato con i miei compagni e con l’organizzazione, alla fine gioco a basket per provvedere alla mia famiglia. In un momento storico come questo, non posso pensare di prendere una decisione che metta a rischio, neppure minimo, la salute e il benessere della mia famiglia. Prometto che utilizzerò il tempo lontano dal campo per concentrarmi sulla formazione di progetti che possano migliorare la mia comunità“.

I Lakers taglieranno Bradley, che perderà poco più di mezzo milione d’ingaggio, e guardano al mercato dei free agent per cercare un sostituto. Il nome caldo è quello di J.R. Smith, il cui procuratore Rich Paul (lo stesso di LeBron James), ha già avviato i contatti con la franchigia.