Coronavirus
Carl Court/Getty Images

L’arrivo del Coronavirus non ha solamente creato paura e morte, ma ha inculcato nelle persone una sorta di psicosi che adesso è difficile da estirpare. L’attenzione maniacale nel seguire le regole imposte dai governi può comportare alcuni effetti collaterali che rischiano di compromettere la propria salute. Un esempio? L’utilizzo delle mascherine durante l’attività sportiva, definito dagli esperti un clamoroso autogol.

Coronavirus
Justin Heiman/Getty Images

Queste infatti le parole alla Gazzetta dello Sport di Francesco Le Foche, immunologo e responsabile del Day hospital al Policlinico Umberto I di Roma: “visto che parliamo di sport, usiamo una metafora adatta: indossare la mascherina mentre si corre o si va in bicicletta è un autogol clamoroso. La differenza è che non si pregiudica il risultato di una partita, ma la salute. E quindi la questione è molto più grave. In questa fase tocca convivere con il virus tenendo comportamenti giusti, ma senza esagerare. O peggio, crearci danni da soli“.

Foto Getty / Andreas Rentz

Il professore è stato poi più chiaro sul tema delle mascherine durante l’attività sportiva: una follia, un tentativo di suicidio. Quando si compie uno sforzo intenso aumenta il battito cardiaco, il corpo chiede un continuo ricambio di ossigeno, cosa che avviene con la respirazione. Espelliamo l’anidride carbonica, ma se ho una mascherina stretta sulla bocca allora riporto dentro l’organismo del veleno, rischio un cortocircuito. E se esagero, posso sentirmi male, svenire. E finire al pronto soccorso, non certo per colpa del virus“.

Home Workout
Foto Getty / Ezra Shaw

Per non parlare dei runner o ciclisti untori, battezzati così durante il lockdown: “una vera assurdità, un errore dovuto all’odio che stava montando verso una categoria ritenuta a torto privilegiata in quanto poteva uscire. Ma se uno praticava uno sport individuale rispettando le regole, mantenendo le distanze dagli altri, mai e poi mai avrebbe trasmesso il virus. Semmai è vero il contrario. Lo sport praticato senza sforzi estremi aiuta le difese immunitarie, rende il fisico più forte e in grado di contrastare tutte le malattie. Anche il Covid, ma penso alle altre patologie, delle coronarie in primis, che mica sono scomparse. Chi fa sport non aiuta se stesso, ma l’intera specie umana. Si fortifica il nostro patrimonio genetico, è una sorta di assicurazione per le future generazioni. Già gli spartani lo avevano capito. Vede, quanto è importante? Altro che untori“.