Filippini
Gabriele Maltinti/Getty Images

Una scena commovente, 60 secondi interminabili nel corso dei quali Antonio Filippini non riesce a trattenere le lacrime.

Antonio FilippiniL’allenatore italiano si scioglie mentre ricorda le vittime del Coronavirus durante il minuto di silenzio che precede la sfida di Serie B tra il suo Livorno e il Cittadella, una pianto malinconico dovuto alla scomparsa della mamma avvenuta due mesi fa all’età di 74 anni, proprio a causa del Covid. Una perdita tremenda per Antonio e il suo gemello Emanuele, che subito dopo la morte della madre l’avevano ricordata così sui social: ‘Ciao mamma… mi hai insegnato tanto‘. Un ricordo riaffiorato ieri ed espresso in modo commovente, come solo le persone genuine sanno fare.