Fabio Paratici
Foto Getty Alessandro Sabattini

Rabiot e Bernardeschi sono giocatori che la Juventus tiene in forte considerazione per il futuro. Bastano queste dichiarazioni, rilasciate da Paratici ai microfoni di Sky Sport, a spazzar via critiche e dubbi sui due calciatori: “non dimentichiamoci che Rabiot è al primo anno in Italia. A inizio stagione ho sentito anche tanti rumors su De Ligt, siamo riusciti a mettere in discussione il miglior giocatore della Champions a 19 anni. Adesso leggo e sento altre opinioni. Detto questo, Rabiot è arrivato dopo sei/sette mesi di inattività al Psg, quindi oltre al fatto di essere al primo anno ha avuto anche l’handicap della preparazione fisica e del doversi mettere al pari dopo un po’ di tempo senza giocare partite ufficiali. E’ un grande giocatore e l’ha già dimostrato, io penso che l’abbia fatto in parte anche a Bologna e in tante partite con la Juve. Per noi è un giocatore molto importante, per la Juventus di adesso e per quella del futuro.

Bernardeschi sottovalutato? Viviamo in un mondo molto veloce, ha giocato fino a Natale con grande continuità. È un giocatore di grandi doti, fisiche e tecniche. È uno dei giocatori del futuro per la Juve e per la Nazionale. Le opinioni cambiano nel giro di tre giorni, noi non ci facciamo confondere da questo. Abbiamo giocato fino a gennaio con il trequartista, lui si è adattato. È completo e duttile”.