Alex Zanardi
Chris Graythen/Getty Images

Riguardo l’incidente che ha coinvolto il campione Alex Zanardi, il Prof. Gioacchino Tedeschi, Presidente della Società Italiana di Neurologia, è intervenuto nel corso del programma di Andrea Lupoli “Genetica Oggi” in onda su Radio Cusano Campus.

Zanardi ci ha insegnato a resistere e ad assorbire le malattie, andando avanti e sfruttando quanto di meglio c’è in una persona malata. Non mi posso pronunciare sulla sua prognosi senza sapere nulla se non quello che si legge dai giornali. So che è in coma farmacologico e ha subito fratture multiple al cranio, per quello che ho letto e potrebbe non essere giusto, con un infossamento delle ossa frontali con una situazione dunque molto seria. Il cervello ha capacità plastiche e recupera fino ad un certo punto. Certamente il cervello di Zanardi è un cervello ‘super’. Se il mio cervello è in grado di recuperare un 10% di disturbo, quello di Zanardi recupera molto di più perché lui ha dimostrato di avere delle capacità di resilienza, di sopportazione dello stress della vita quotidiana che certamente vanno molto oltre quelle che tante altre persone hanno“.