Alex Zanardi continua a lottare tra la vita e la morte nel reparto di terapia intensiva del policlinico ‘Le Scotte’ di Siena, così come proseguono le indagini per determinare le cause dell’incidente che lo ha visto protagonista venerdì scorso.

Forza Alex ZanardiSulla questione si è soffermato oggi Massimiliano Arcioni, l’avvocato del camionista 44enne che risulta attualmente l’unico indagato: “da quanto abbiamo visto finora, la situazione sembra chiara: l’autista del camion non ha alcuna responsabilità nella tragedia di Zanardi. Per dimostrarlo serviranno delle perizie. Consulenze a regola d’arte, soprattutto sulle condizioni dell’asfalto. Solo così eviteremo il balletto dei tecnici di parte. Finora non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione ufficiale dalla procura, nemmeno la comunicazione che il mio assistito è indagato. Se mi aspetto un’archiviazione? In tanti anni ho imparato che è sempre meglio essere cauti. Nei sinistri per incidenti anche gravi sono fondamentali i primi rilievi effettuati dalla pattuglia che è intervenuta. Se sono eseguiti bene il lavoro dei consulenti di parte sarà semplice“.