ross brawn
Robert Cianflone/Getty Images

La battaglia di Lewis Hamilton contro il razzismo ha ricevuto in queste ore l’appoggio della Formula 1 che, per bocca di Ross Brawn, si è schierata al fianco del campione del mondo in questa delicata crociata.

Gareth Cattermole/Getty Images

Il dirigente di Liberty Media ha espresso il suo punto di vista ai microfoni di Sky Sports, applaudendo le parole di Hamilton: “Lewis è un grande ambasciatore per questo sport e penso che i suoi commenti siano molto validi, sosteniamo totalmente ciò che Lewis ha detto. Quello che è successo è stato terribile, succede troppo spesso. Avete visto la reazione pubblica, lo sosteniamo totalmente. Penso sia positivo che Lewis come superstar dello sport sia quello in prima linea in uno sport che è molto dominato dai maschi bianchi. Tutti possono fare la differenza, la F.1 sta lavorando per aumentare la diversità, abbiamo capito da alcuni anni che dobbiamo rafforzare il nostro programma di diversità, sia internamente come azienda che esternamente, abbiamo iniziato a lavorare su questo. La F.1 è una meritocrazia molto forte, dovrebbe sempre essere così. Dovrebbe essere sempre il migliore a vincere. Non possiamo forzarlo, ma possiamo offrire maggiori opportunità alle minoranze e ai gruppi etnici di essere coinvolti nello sport motoristico, non solo nella guida, ma anche nell’ingegneria e in altre attività. Ecco dove siamo con la Formula 1“.