Formula 1, boccata d’ossigeno per la McLaren: dalla Bahrain National Bank arriva un prestito milionario

La Casa di Woking ha ricevuto un prestito dalla National Bank of Bahrain per far fronte all'emergenza finanziaria generatasi dopo il Coronavirus

Boccata d’ossigeno per il McLaren Group, gravemente provato durante il Coronavirus sotto il punto di vista economico. La Casa britannica ha dovuto fare i conti con ingenti perdite dovuto al lockdown, che hanno messo a rischio la continuità dell’azienda.

Norris e Sainz
Mark Thompson/Getty Images

La prima ipotesi prevista per evitare il fallimento riguardava la possibilità di ipotecare la collezione di vetture storiche e alcune proprietà, proposta però bocciata da un gruppo di obbligazionisti. Successivamente, il McLaren Group ha prima potuto accedere ad una liquidità aggiuntiva dietro via libera di un tribunale e poi ha ottenuto un prestito dalla National Bank of Bahrain, posseduta al 44% dal fondo sovrano Mumtalakat Holding Company che è azionista della McLaren al 56%.

Sainz
Rudy Carezzevoli/Getty Images

Questa la nota diramata oggi dall’istituto di credito, che ha accettato di elargire il prestito: “la Bahrain National Bank conferma ai mercati che la documentazione finale è stata firmata e che tutte le necessarie approvazioni sono state concesse in relazione ad un finanziamento di 150 milioni di sterline“.