Stefano Pioli
Foto Getty / Marco Luzzani

Il nostro obiettivo è riportare il Milan in Europa. Abbiamo due strade da percorrere, il campionato e la Coppa Italia. La prima occasione ci viene dalla Coppa e siamo concentrati su questo“. Si è espresso così Stefano Pioli nella conferenza stampa della vigilia di Juventus-Milan di Coppa Italia. “In questa stagione abbiamo affrontato la Juve due volte e sono sempre state partite difficili sia per noi ma anche per loro, e in entrambe le occasioni siamo usciti dal campo noi con qualche rimpianto in termini di risultato. – ha proseguito Pioli – Se loro hanno trovato la stoccata giusta nel momento giusto nelle prime due partite, adesso dovremo essere bravi a trovarla noi. Si partirà alla pari. Noi abbiamo lo svantaggio del risultato ma abbiamo le qualità per giocarci la nostra partita“.

Gabriele Maltinti/Getty Images

In merito al suo futuro, l’allenatore rossonero ha spiegato: “in passato, difficilmente a 14 partite dalla fine della stagione sapevo già il mio futuro professionale. Io ho un solo obiettivo in testa: dare il massimo e ottenere il massimo da questa stagione perché abbiamo ancora degli obiettivi da raggiungere. Il confronto di ieri con Gazidis? È servito, c’è stato un confronto chiaro e diretto. Parlarsi è sempre la cosa migliore da fare, anche se si hanno opinioni diverse“.

Commento finale sulla condizione fisica del Milan: “dopo soste così lunghe, la condizioni e le gerarchie possono cambiare. Giocheremo ogni tre giorni e ci sarà bisogno di tutti. Si sono ripresentati tutti bene, hanno lavorato bene a casa e lo stanno facendo anche qui. Chiaro che nessuno domani potrà essere al 100%, così come non lo saranno i nostri avversari. Paquetà è uno di quelli che si è presentato meglio. Bennacer? Ha fatto vedere ottime cose, sta facendo un campionato di qualità, ma credo che possa migliorare ancora tanto. E’ un ragazzo generoso e un grande lavoratore, la sua crescita potrà essere costante con questo atteggiamento“.