Van der Sar racconta Zidane: “aveva un lato oscuro che gli costò qualche cartellino rosso”

Edwin van der Sar ha raccontato la sua esperienza alla Juventus con Zinedine Zidane: il campione francese con la palla era elegante, ma aveva anche un lato oscuro

Intervistato ai microfoni di Ziggo Sport, Edwin Van Der Sar ha parlato del suo periodo, non troppo felice, passato alla Juventus. Il portiere olandese si è concentrato in particolare sulla figura di Zinedine Zidane, luce dei bianconeri, ma capace di avere anche un ‘lato oscuro’: “non parlava molto. Era difficile comunicarci perchè non parlava bene l’inglese e usava solo il francese o l’italiano. Però quando toccava il pallone, come lo calciava e come si metteva in campo… Una volta è venuto all’allenamento con una FIAT, con i jeans, una maglietta bianca della Levi’s e delle Adidas bianche. Una cosa totalmente diversa rispetto agli altri giocatori, che arrivavano in Ferrari e vestiti di Dolce & Gabbana e Versace. Ovviamente aveva anche un lato oscuro e l’ho visto beccarsi qualche cartellino rosso per questo, ma era una cosa splendida con il pallone tra i piedi. Senza…non era poi così elegante”.