Tennis e Coronavirus, Wilander spiega: “Djokovic danneggiato. Federer può stare fermo 6 mesi ma sa come vincere”

Mats Wilander analizza la situazione del circuito maschile fermo a causa del Coronavirus: Djokovic e i giovani danneggiati dallo stop, Federer ne risentirà di meno

Lo stop forzato a causa del Coronavirus avrà un impatto differente a seconda dei tennisti. Ne è convinto Mats Wilander, ex tennista ed ora opinionista per Eurosposto. Djokovic ne sarà danneggiato, ma mai quanto i più giovani che hanno perso tempo importante per maturare. Federer invece ne risentirà di meno. Wilander spiega: “è una situazione che danneggia soprattutto Djokovic perché era in gran forma, mentre Federer invece invecchia. Ma per i giovani giocatori uno stop del genere è ancora più duro. Certo, ad un certo punto torneranno ad essere in grado di allenarsi da qualche parte, ma senza giocare partite? L’unico modo per migliorare quando hai 21 anni è attraverso l’esperienza e la crescita delle tue conoscenze. Federer può stare fermo per sei mesi, ma sa ancora come vincere le partite. I più giovani stanno ancora cercando la strada giusta per riuscirci”.