Jerry Sloan
Credits: Twitter @Utahjazz

Il mondo dell’NBA piange la morte di Jerry Sloan, storico coach che ha fatto la storia degli Utah Jazz a cavallo fra anni ’90 e 2000. Sloan è morto a causa delle complicazioni dovute al Morbo di Parkinson e alla demenza a corpi di Lewy.

Le sue 1127 vittorie rappresentano un traguardo straordinario per un allenatore, superato solo da una leggenda vivente come Gregg Popovich il 4 febbraio 2017. Sloan è stato il primo allenatore a vincere 1000 gare con una sola franchigia e il 5° nella storia NBA a raggiungere 1000 vittorie in carriera. Insieme a Rick Adelman, Don Nelson, Pat Riley, Phil Jackson, Gregg Popovich e George Karl, Jerry Sloane è uno dei 7 allenatori nella storia ad aver vinto almeno 50 partite in 10 stagioni diverse. Le 16 stagioni passate consecutivamente sulla panchina dei Jazz, dal 1988 al 2004, rappresentano la 4 striscia più lunga dopo quelle di Riley (19 stagioni), Jackson (20 stagioni) e Popovich (22 stagioni). Jerry Sloane è stato infine, insieme a Popovich (22), Jackson (11) e Red Auerbach (11) uno dei 4 coach a guidare una franchigia per 10 stagioni consecutive.

Queto il messaggio d’addio degli Utah Jazz: “Jerry Sloan sarà sempre sinonimo di Utah Jazz. Farà per sempre parte dell’organizzazione degli Utah Jazz e ci uniamo al dolore della sua famiglia, agli amici e ai fan mentre piangiamo la sua perdita. Siamo così grati per quello che ha realizzato qui nello Utah e per i decenni di dedizione, lealtà e tenacia che ha portato alla nostra franchigia. Jerry è stato il nostro allenatore – inserito nella Hall of Fame – per 23 anni e ha avuto un impatto enorme sulla franchigia dei Jazz così come testimoniano i banner presenti all’interno della nostra Arena. Le sue 1.223 vittorie come allenatore dei Jazz, i 20 viaggi ai playoff NBA e le 2 presenze alle finali NBA sono risultati notevoli“.