NBA – Antetokounmpo shock: insulti a Kobe Bryant, alla moglie di Curry e LeBron James. Ma è colpa degli hacker

Insulti shock apparsi sul profilo Twitter di Giannis Antetokounmpo: il cestista dei Milwaukee Bucks è stato vittima degli hacker

SportFair

Rest in piss Kobe Bryant“, “Mi sono scopato la moglie di Steph Curry“, “Fanculo a LeBron James, ha assoldato un assassino contro di me“, “I Bucks sono un team razzista e mi chiamano schiavo negro se non faccio 60 punti a partita“. Questi e tanti altri messaggi shock sono apparsi nel profilo Twitter di Giannis Antetokounmpo, MVP NBA in carica e stella dei Milwaukee Bucks. No, la quarantena non ha fatto dare di matto il cestista greco: la colpa di questi messaggi è da attribuire ad un gruppo di hacker che è riuscito a prendere possesso del profilo di Antetokounmpo, pubblicando messaggi spregevoli, specialmente contro la memoria del compianto Kobe Bryant.

Giannis Antetokounmpo account Twitter hackerato