NBA – Antetokounmpo commenta l’attacco hacker ricevuto: “sono mortificato e disgustato da quanto accaduto”

Giannis Antetokounmpo torna in possesso del suo account Twitter e si scusa per le frasi scritte dagli hacker: il cestista dei Bucks si dice disgustato e mortificato per quanto accaduto

Insulti omofobi, epiteti irripetibili e black humor nei confronti di Kobe Bryant, nei giorni scorsi sul profilo di Giannis Antetokounmpo sono apparsi dei messaggi incredibili che hanno shockato il mondo NBA. Niente paura però, ‘The Greek Freak’ non è impazzito, è tutta colpa di un gruppo di hacker che gli ha rubato il profilo divertendosi ad insultare campioni NBA come LeBron James e Steph Curry, oltre al già citato Kobe.

Antetokounmpo ha pubblicato un messaggio di scuse nel quale, pur non avendo colpa, si dice mortificato e disgustato per quanto accaduto: “ciao a tutti! Sono tornato e vorrei pronunciarmi sull’incidente avvenuto. Sono stato hackerato e la situazione è già sotto investigazione. I tweet e i post erano estremamente inappropriati e sono disgustato dal fatto che qualcuno possa aver detto le cose terribili che sono state postate. Sono mortificato dal fatto che i Bucks, Chris, LeBron e la famiglia Curry siano stati citati in quegli orribili e falsi tweet. Sono specialmente mortificato per la famiglia Bryant, la quale durante il periodo di dolore che sta vivendo non dovrebbe esser vittima di quel tipo di negatività e comportamento pazzo. Grazie a tutti per il continuo supporto alla mia famiglia, me compreso! Restate al sicuro!”.