“Fece scoppiare la 3ª guerra mondiale”, Micah Richards svela: “Mancini al City ci mise di proposito contro di lui”

L'ex difensore del Manchester City ha raccontato un curioso aneddoto che ha come protagonista l'attuale ct della Nazionale Italiana

Il titolo vinto dal Manchester City nella stagione 2011/2012 è ancora nella memoria di tutti, soprattutto per il modo in cui arrivò, ovvero grazie ai due gol nel recupero della partita decisiva contro il QPR segnati da Aguero e Dzeko.

Mancini
Vittorio Zunino Celotto/Getty Images

Un successo memorabile che nasconde un piccolo retroscena, rivelato da Micah Richards ai microfoni di Goal.com: Yaya Tourè era indisponibile per un mese a causa della Coppa d’Africa e tutti noi sapevamo quanto fosse importante per la squadra. Perdemmo contro l’Everton e Mancini ci disse nello spogliatoio che non potevamo fare a meno di un giocatore come lui. Scoppiò la terza guerra mondiale, non avevo mai visto nulla di simile, eravamo tutti contro di lui. Dopo che le cose si calmarono ci spiegò di averlo detto volontariamente, per causare in noi quella reazione. Da quel momento in poi ho pensato che avremmo vinto il campionato, indipendentemente da quali ostacoli avremmo dovuto affrontare”.