Bufera Manchester City, 8 ex calciatori chiedono i danni per abusi sessuali

Otto ex calciatori hanno chiesto i danni al Manchester City per aver subito abusi sessuali da parte di Barry Bennell già condannato nel 2018

Otto uomini sono pronti a rivolgersi, nel mese di ottobre, All’Alta Corte di Londra per chiedere danni morali al Manchester City. Il motivo? Gli otto, ex calciatori delle giovanili del club, avrebbero subito abusi sessuali da parte di Barry Bennel che negli anni ottanta e novante collaborava come scout e allenva nelle società satellite del City. Nel 2018, Bennell è stato condannato a 30 anni per aver commesso 50 abuti sessuali su minori dal 1979 al 1991. Gli 8 uomini, secondo quanto riporta la ‘Rosea’, lamentano “danni psichiatrici molto seri” e imputano al City una responsabilità indiretta. Sette di essi inoltre chiedono i danni per la “mancata possibilità di proseguire la carriera calcistica”.