Kim Jong-un non è morto, il leader nordcoreano riappare in pubblico: cancellati i dubbi sul suo decesso

Il leader della Corea del Nord è riapparso in pubblico per inaugurare una fabbrica di fertilizzanti, tagliando il nastro rosso insieme alla sorella e ad alcuni dignitari

Per tre settimane si sono accavallate le voci circa una possibile morte di Kim Jong-un, secondo alcuni media deceduto in seguito ad un delicato intervento chirurgico al cuore.

Trump e Kim
Dong-A Ilbo/Getty Images)

Niente di tutto questo però, visto che nella giornata di ieri gli organi di stampa ufficiali della Corea del Nord hanno reso pubbliche le foto del proprio leader impegnato ad inaugurare una fabbrica di fertilizzanti vicino a Pyongyang, insieme alla sorella Kim Yo-jong, al vice-presidente del Comitato centrale del Partito Pak Pong-ju e al premier Kim Jae-ryong. Non è la prima volta che Kim Jong-un scompare dalla vita pubblica, la sua assenza più lunga è avvenuta nel settembre del 2014, quando il leader nordcoreano scomparve per 40 giorni per poi riapparire zoppicante e appoggiato ad un bastone. Si scoprì più tardi come si fosse sottoposto ad un intervento di rimozione di una ciste dalla caviglia, che lo costrinse a riposare per oltre un mese.