Chiellini Balotelli
Foto Getty / Claudio Villa

Io, Giorgio‘, il libro scritto da Giorgio Chiellini insieme a Maurizio Crosetti è detinato a fare discutere. Il difensore della Juventus non ha risparmiato vere e proprie stoccate al veleno verso due giocatori dei quali è stato compagno, uno in Nazionale e l’altro nella Juventus. Parlando di Mario Balotelli e Felipe Melo, Chiellini si è espresso con parole poco lusinghiere: “Balotelli è una persona negativa, senza rispetto per il gruppo. In Confederations Cup, nel 2013, non ci diede una mano in niente, roba da prenderlo a schiaffi. Uno anche peggio era Felipe Melo: il peggio del peggio. Con lui si rischiava sempre la rissa. Lo dissi anche ai dirigenti: è una mela marcia“.

Intervistato da ‘La Repubblica’, Chiellini non fa marcia indietro: “confermo, ma non ho rancore né mi interessa averne, se mi toccherà condividere qualcosa con loro lo farò. Non sono il migliore amico di tutti, però loro sono gli unici due ad essere andati oltre un limite accettabile. Per come sono fatto, il problema non è se giochi bene, male o se qualche volta fai serata, ma se manchi di rispetto e non hai dentro niente. Una volta va bene, se è ricorrente no. In campo viene fuori una parte di me che non esiste nella vita e che ho imparato a domare. ‘Odio’ l’Inter in campo, poi fuori si ride tutti insieme. E il messaggio di Javier Zanetti dopo l’infortunio è quello che mi ha fatto più piacere“.