Formula 1 – Crollo dei ricavi nel 2020, i conti shock mostrati da Liberty Media: Carey apre a nuove piste

Liberty Media ha reso noti i conti relativi al primo trimestre del 2020: il Coronavirus è costato alla Formula 1 un crollo di oltre 200 milioni

Il Coronavirus ha avuto un forte impatto sulla Formula 1. Liberty Media ha reso noti i dati riguardanti il primo trimestre del 2020 nel quale sono stati registrati 39 milioni di dollari di ricavi (circa 36 milioni di euro al cambio attuale). Lo scorso anno i ricavi erano di 246 milioni (227 milioni di euro), oltre 200 in più! Chase Carey, amministratore delegato e presidente della compagnia, ha spiegato comunque agli analisti di essere ottimista circa il ritorno in pista il prossimo 5 luglio in Austria, evento che dovrebbe far ripartire l’economia della F1. L’obiettivo è quello di disputare 15-18 gare da luglio a dicembre, con l’ultima corsa in quel di Abu Dhabi. Il calendario però potrebbe essere prolungato fino a gennaio secondo Carey che apre anche a nuove piste: “stiamo discutendo con tutti i nostri promotori, ma anche con alcune piste che non sono attualmente nel nostro calendario 2020 per assicurarci tutte le opzioni possibili”.