jean todt
Alexander Hassenstein/Getty Images

L’addio si è ormai consumato, Vettel non sarà un pilota della Ferrari nel 2021 lasciando il posto a Carlos Sainz.

vettel
Robert Cianflone/Getty Images

Una scelta che ha spiazzato e non poco Jean Todt, il quale non ha lesinato una frecciatina velenosa al team di Maranello: “puoi sempre dare una spiegazione per i risultati, buoni o brutti che siano. Con Michael, tutta la Ferrari ha avuto grande successo perché eravamo uniti, una squadra forte che dava supporto a tutti specialmente nei momenti difficili” le parole di Todt a Sky Sports. “E’ facile stare assieme quando tutto va bene, ma il bravo marinaio salta fuori quando il mare è in tempesta. E’ toccato anche a noi, ma nessuno ha abbandonato la nave e penso che questa sia la grande differenza“.

Vettel
Charles Coates/Getty Images

Difficilmente Vettel rimarrà fuori dai giochi nel 2021 secondo Todt: “è uno dei più grandi talenti del motorsport. C’è stato un annuncio, ma anche se oggi non ha un contratto dopo la fine del 2020, ci sono comunque tante opportunità. Non posso che augurargli il meglio e penso che chiunque lo prenderà sarà molto fortunato. E’ chiaro che si tratta di un pilota che può vincere se gli si dà una macchina per farlo. Quando Michael arrivò in Ferrari nel ’96 si portò a casa solo tre gare non perché non era motivato, ma semplicemente perché non disponeva della macchina per diventare Campione. Pian piano abbiamo costruito sia la vettura che il mezzo per riuscirci, è una combinazione. Prendete Lewis Hamilton, se non avesse una monoposto vincente non vincerebbe il titolo. Lo abbiamo visto con Fernando Alonso e così è stato anche per Vettel“.