Ferrari, Louis Camilleri non ha dubbi: “la Formula 1 inciderà negativamente sui nostri risultati del 2020”

L'amministratore delegato della Ferrari ha sottolineato come l'emergenza Coronavirus determinerà delle pesanti perdite anche per il Cavallino

Il Coronavirus sta mettendo in ginocchio il mondo intero, creando non solo un’emergenza sanitaria ma anche quella economica.

Binotto
Charles Coates/Getty Images

Conseguenze negative a cui non scampa nemmeno la Ferrari, come ammesso dall’ad Camilleri ai microfoni del sito inglese The Race: “la Formula 1 è senza dubbio l’attività che influenzerà negativamente i nostri risultati nel 2020 nel modo più duro. Il calendario originale prevedeva 22 gare. La FIA e la F1 prevedono adesso un massimo di 18 gare, molte delle quali senza pubblico. Ciò implica chiaramente una drastica riduzione degli introiti che sono generati dal detentore dei diritti commerciali, nonché delle commissioni di sponsorizzazione: le nostre due principali fonti di entrate. Il budget cap? Resta la nostra speranza che un tale massimale renderà la F1 più economicamente sostenibile per tutti i partecipanti, garantendo nel contempo che rimanga il massimo campionato del motorsport a livello globale e la fonte di significativi progressi nell’innovazione e nella tecnologia automobilistica”.