Lo sport torna live su DAZN: tutto pronto per il big match di UFC 249 Tony Ferguson vs Justin Gaethje

DAZN torna a trasmettere sport live dopo l'emergenza Coronavirus: si ricomincia con i match della card di UFC 249 fra i quali spicca il main event Tony Ferguson vs Justin Gaethje

Dopo lo stop al mondo dello sport imposto dall’emergenza coronavirus, tornano gli eventi live su DAZN e lo fanno con un esordio di tutto rispetto: l’incontro di UFC 249 che vedrà Ferguson contro Gaethje. L’incontro precedentemente programmato con il temuto Khabib è solo rimandato di qualche mese, visto che chi trionferà durante il match di questa settima sfiderà il campione russo in autunno stando alle dichiarazioni del “boss” UFC Dana White. Nel frattempo è tutto pronto per il 9 Maggio, le prime ore di Domenica 10 in Italia, dove la Vystar Veterans Memorial Arena di Jacksonville in Florida ospiterà un incontro unico nel suo genere dal momento che si svolgerà a porte chiuse.

A questo proposito, DAZN ha chiesto ad Alex Dandi, commentatore del match che già il 14 Marzo ha avuto modo di seguire un altro incontro con le stesse limitazioni, di elencare le possibili conseguenze che la mancanza di pubblico potrà avere sulla fight card. Questo, insieme alle caratteristiche tecniche dei due combattenti, aumenta l’attesa di un match che prospetta parecchi colpi di scena: da una parte Ferguson che con uno stile poco ortodosso, ma di sicuro molto creativo ha sviluppato un attacco imprevedibile che non lo fa perdere dal 2012 mentre dall’altra parte del ring troviamo Justin Gaethje, soprannominato “The Highlights” per la sua capacità di garantire lo spettacolo. Le emozioni live dal ring proseguiranno anche in settimana con l’incontro dell’l’italiano Marvin Vettori contro Karl Robertson previsto il 13 Maggio e il 16 Maggio con Mara Borella pronta a difendere l’orgoglio tricolore contro Courtney Casey.

Di seguito le dichiarazioni di Alex Dandi:

SUI DUE SFIDANTI: Tony Ferguson e Justin Gaethje non hanno bisogno di molte presentazioni per i fan UFC essendo entrambi tra gli atleti più spettacolari, non solo della divisione pesi leggeri, ma di tutta UFC. È un assoluto dream match ed il vincente affronterà comunque Khabib per il titolo entro la fine dell’anno, da quanto riferito dal Presidente Dana White“.

SUL RUOLO DI TELECRONISTA SMART:Cercherò di creare una particolare vicinanza con il pubblico a casa, cercherò di essere spettatore entusiasta prima ancora che telecronista, cercherò di traslare le gesta guerriere dei fighter nell’Ottagono in momenti di ispirazione per tutti noi che in questo momento dobbiamo, tutti insieme, sconfiggere un grande nemico collettivo che è questo virus. Ecco, spero che il fighting UFC possa essere da motivazione, da ispirazione per chi in questo momento ha bisogno di un po’ di svago ma anche di modelli a cui ispirarsi… perché gli atleti UFC sono anche questo“.

SUL RUOLO DELLA MMA IN ITALIA:Credo che le potenzialità in Italia per le MMA siano altissime, soprattutto quando riusciranno a rendersi visibili al grande pubblico televisivo. In Italia abbiamo atleti di alto livello atletico e tecnico e personaggi mediaticamente singolari e accattivanti che aspettano solo di essere scoperti“.