Coronavirus – Tare non demorde: “il governo non può fermare la Serie A. Lazio disposta a giocare in autunno”

Igli Tare pronto a ripartire con allenamenti e ripresa del campionato: il direttore sportivo della Lazio giocherebbe anche in autunno

Il ministro Spadafora ha raffreddato gli animi in merito alla ripartenza del mondo del calcio: allenamenti non prima del 18 maggio e nessuna certezza sulla ripresa della Serie A. Igli Tare però, continua a perseguire la posizione che la Lazio ha mantenuto fin dall’inizio: ripartire in fretta, seguendo le norme, e portare a termine il campionato regolarmente.

Il direttore sportivo della Lazio lo ha ribadito a Sky Calcio Club dichiarando: “gli allenamenti individuali? Ripartiremo mercoledì. Con la nuova ordinanza forse anche per domani se riusciamo a fare i test prima di iniziare le attività. Dobbiamo assolutamente fare i test sierologici, poi possiamo ripartire. Non siamo preoccupati, è stata trasmessa male questa idea della Lazio che spinge per la ripresa. Ho sentito che nelle prossime ore, o giorni, potrebbe uscire un’altra ordinanza del ministro dello Sport che potrebbe bloccare il campionato, ma questo non è nelle loro competenze. Deve decidere la Fifa, che ha detto che i campionati vanno chiusi entro la fine dell’anno solare. Siamo disposti a riprendere anche in autunno seguendo il modello del Mondiale in Qatar“.