Paura del Coronavirus, Rafael Gimenez non vuole tornare a giocare: “piuttosto mi ritiro e vado a lavorare al bar”

Rafael Gimenez non vuole tornare a giocare fin quando l’emergenza Coronavirus non sarà finita: il giocatore del Cadice disposto anche a ritirarsi

Se per questo motivo devo lasciare il calcio, lo farò. Fra i soldi e la vita, scelgo la vita”. Rafael Gimenez, detto ‘Fali’, non vuole tornare a giocare per paura di contrarre il Coronavirus. Il calciatore del Cadice, capolista della Serie B spagnola, è il primo a manifestare apertamente il suo dissenso al ritorno in campo. Gimenez non si è presentato per il tampone come il resto dei compagni e, se non dovesse cambiare idea, rischia di vedersi rescindere il contratto. Un’eventualità che, stando a quanto riportato da ‘El Pais’, non lo preoccupa: “siamo privilegiati e possiamo stare quattro o cinque mesi senza essere pagati, fino a quando non vi sarà la massima sicurezza. E se devo ritirarmi, vado a lavorare al bar della mia famiglia ed è finita. Un anno nella Prima Divisione risolverebbe economicamente la mia vita, ma rinuncio ai soldi. Non ho intenzione di esporre le persone che amo al pericolo di un contagio”.