roland garros
Julian Finney - foto Getty

La Francia ha scelto una linea intransigente in materia sportiva. L’emergenza Coronavirus è ancora forte nel paese è la ripresa dello sport non è una questione primaria. Ne ha fatto le spese il calcio, con la Ligue 1 fermata definitivamente dopo l’iniziale interruzione. Per quanto riguarda gli altri due grandi appuntamenti del 2020, il Tour de France di ciclismo e il Roland Garros di tennis, il ministro dello sport francese Roxana Maracineanu ha espresso una posizione netta: “si terranno solo se i fan sono autorizzati“. I due eventi potranno dunque disputarsi a settembre solo se sarà sicuro disputarli a porte aperte, per non rovinare l’immagine dello sport e della Francia stessa nel mondo.