Coronavirus, il bollettino aggiornato della Protezione Civile: numeri confortanti anche nel primo giorno di Fase 2

La Protezione Civile ha diramato il bollettino aggiornato sull'emergenza Coronavirus, dal quale si evince un progressivo svuotamento degli ospedali

E’ stato diramato da pochi minuti il nuovo bollettino della Protezione Civile sull’emergenza Coronavirus in Italia, il trend positivo continua anche oggi come avvenuto negli scorsi giorni.

Coronavirus
Vittorio Zunino Celotto/getty images

Questa la nota ufficiale: “oggi, 4 maggio, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 211.938, con un incremento rispetto a ieri di 1.221 nuovi casi. Il numero totale di attualmente positivi è di 99.980, con una decrescita di 199 assistiti rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi 1.479 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 22 pazienti rispetto a ieri. 16.823 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 419 pazienti rispetto a ieri. 81.678 persone, pari al 82% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono 195 e portano il totale a 29.079. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 82.879, con un incremento di 1.225 persone rispetto a ieri.

Attrezzature mediche Coronavirus MugelloNel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 37.307 in Lombardia, 15.562 in Piemonte, 8.984 in Emilia-Romagna, 7.234 in Veneto, 5.279 in Toscana, 3.508 in Liguria, 4.385 nel Lazio, 3.206 nelle Marche, 2.711 in Campania, 1.165 nella Provincia autonoma di Trento, 2.945 in Puglia, 2.202 in Sicilia, 1.050 in Friuli Venezia Giulia, 1.837 in Abruzzo, 636 nella Provincia autonoma di Bolzano, 181 in Umbria, 653 in Sardegna, 110 in Valle d’Aosta, 674 in Calabria, 173 in Basilicata e 178 in Molise.

Il bilancio complessivo dell’Italia è adesso di:

  • 211.938 contagiati
  • 29.079 morti
  • 82.879 guariti

Le persone attualmente ammalate, sono 99.980. Questi pazienti sono così suddivisi:

  • 16.823 ricoverate in ospedale (17%)
  • 1.479 ricoverate in terapia intensiva (1%)
  • 82.879 in isolamento domiciliare (82%)