Aneddoti e retroscena, Asprilla senza freni: “una volta mangiai il foglio della multa. Ragazze? Ne ebbi 5 in una notte”

L'ex attaccante del Parma ha raccontato numerosi retroscena insieme a Cannavaro in diretta Instagram, rivelando situazioni davvero particolari

Aneddoti divertenti ed esilaranti, raccontati da quel simpaticone di Faustino Asprilla, intervenuto in diretta Instagram con Fabio Cannavaro. Compagni ai tempi del Parma, i due hanno intrattenuto i followers con una discussione davvero divertente, ricca di retroscena davvero inediti, tutti con Asprilla protagonista.

Cannavaro
Buddhika Weerasinghe/Getty Images

Ti ricordi la storia delle multe?” la domanda di Cannavaro. “Come no, la mangiai a tavola. Era di tre milioni” la risposta dell’ex attaccante. Divertente anche il rimprovero di Malesani, raccontato da Asprilla: “il mister voleva che non parlassi a tavola, ma non ero capace di stare in silenzio, dovevo fare scherzi a tutti. Veron mi prendeva in giro vedendomi in silenzio e alla fine tornai quello di sempre. Nevio Scala? Il mister ci faceva fare sempre le passeggiate la mattina, un giorno caddi nel lago, avevo sonno”.

Infine, non poteva mancare l’aneddoto sulle ragazze, svelato sempre da Asprilla: “una sera eravamo in ritiro, un compagno mi disse ‘Vieni qui che ci sono 5-6 ragazze’, ci divertimmo, finimmo alle 5 di mattina. Crippa? Mi portava sempre alle sue feste, a Milano, a Modena. La colpa è sua”.